Cobweb

Orizzonti Coreani

Sabato, 23 Marzo, 20:00
Cinema La Compagnia

Titolo Coreano:

거미집

Pronuncia Originale:

Geo-Mi-Jip

Titolo Italiano:

La Ragnatela

Regista:

Anno:

2023

Durata:

135min

Nazione:

Corea del Sud

Formato:

DCP

Tipologia:

Colore:

Colore

Lingua:

Italiano, Coreano

Sottotitoli:

Italiano, Inglese

Genere:

Produzione:

Distribuzione Internazionale:

Sceneggiatori:

,

Musiche:

Direttore alla Fotografia:

Edizione Festival:

Sezione Festival:

Orizzonti Coreani

Sinossi:

Anni 70: il regista Kim Ki-yeol si convince che il suo ultimo film, Cobweb, diverrebbe un autentico capolavoro se solo potesse rigirarne il finale. Il tempo delle nuove riprese non può superare i due giorni, la severa censura incombe e gli interpreti, costretti a ritornare sul set, non gli rendono la vita facile sottoponendogli le loro crisi e i problemi personali. Per Director Kim inizia quindi una corsa contro il tempo funestata da incidenti sul set, discussioni, incubi e imprevisti di ogni tipo.

Recensione Film:

Per il suo ultimo film Kim Jee-woon, il Maestro che ha fatto della disinvoltura nel passare magistralmente da un genere all’altro il tratto più distintivo della sua cifra stilistica, sceglie di mettere in scena un raffinato film meta-cinematografico per il quale affida al collaboratore di lungo corso Song Kang-ho il ruolo di un autore alle prese con una forte crisi professionale. Una pellicola pervasa da un irresistibile humor nero che ricostruisce anche uno scorcio storico di quello che era il mondo del cinema in Corea negli anni 70, decenni prima della sua esplosione. Avvalendosi di un impeccabile bianco e nero per differenziare la pellicola che si sta girando (una sorta di melò familiare fatto di tradimenti, sesso, omicidi e sospetti) dal tempo presente con le crisi, le catastrofi e le situazioni tragicomiche in cui i drammi degli attori si intrecciano con quelli dei loro personaggi, che rimane a colori, Kim Jee-woon ci regala un irresistibile spaccato della vita sul set e del processo creativo di un autore che, ogni qual volta sembra avvicinarsi alla visione che ha in mente, è costretto a fare i conti con i limiti imposti dalla realtà.